wolverine
thumbnail

Arredare la casa con i vasi: le novità dal mondo dell’interior design

Interior Design  /  Settembre 19, 2016

Il vaso conferisce una forma al vuoto e la musica al silenzio. Georges Braque

Quando ci si appresta ad organizzare lo spazio che circonda la casa, il nostro pensiero si concentra subito sugli arredi essenziali. Tuttavia, tavoli, sedie e divano, pur essendo funzionali, non bastano a creare una piacevole atmosfera. Sono i piccoli dettagli a fare la differenza fra uno spazio poco curato e uno impeccabile.

I vasi di design non sono soltanto un recipiente per fiori e piante, ma veri e propri elementi d’arredo che aiutano ad arricchire gli interni, colorando di natura l’anima della casa; sospesi al soffitto ricreano un’atmosfera tropical, sovrapposti disegnano composizioni divertenti e sempre diverse.

IL VASO COME ELEMENTO DECORATIVO. Senza dimenticare le piante!

Quando si acquista un vaso decorativo è bene tenere a mente anche il suo primo utilizzo, ponendo attenzione ad alcuni, determinanti fattori.

In prim’ordine è bene considerare la dimensione che la pianta invasata potrà assumere in futuro e non limitarsi all’analisi della sua struttura attuale. Anche il materiale è un elemento importante. Per quanto molti vasi, ormai quasi opere d’arte contemporanea, siano in plastica, è certificato come questo materiale non sia il più adatto per la salute delle nostre piante.

Tra i materiali preferibili si ritrova il tradizionale vaso in terracotta, che, per la porosità naturale del materiale, offre un’areazione del terreno ottimale per la pianta. Se non si vuole rinunciare a quel vaso in plastica che ci ha rubato il cuore, in ogni caso, ci sono alcuni trucchetti che si possono adottare a rimedio: l’utilizzo di frammenti di argilla o ciottoli nel terreno, ad esempio, consente comunque un buon passaggio d’aria.

Ad ogni pianta il suo vaso, senza tralasciare l’estetica:

  • Vasi creati con materiali di riciclo, come il sughero, oppure recuperati addirittura da vecchi copertoni. Il ritorno a vecchie trame si ritrova perfettamente come base per piante di ridotte dimensioni, come le piantine grasse.
  • Contenitori dalla linea moderna ed essenziale, perfetta per gli appartamenti cittadini dall’arredamento contemporaneo. Sono adatti soprattutto alle piante dalle foglie lunghe e ampie, in modo da andare a contrastare il design lineare del vaso. Oppure, di contro, con le piante dalle forme nette, così da proseguire le linee rigide del contenitore.
  • Vasi di design pensati per emozionare, dai colori brillanti e dalle forme più disparate o addirittura dotati di particolari sistemi di illuminazione; il tutto per creare un’atmosfera romantica e inconsueta.

VASIMANIA: qualche idea per il design del dettaglio

Ce ne sono per tutti i gusti, dai più sobri vasi moderni in vetro a vasi in ceramica eredi di antiche tecniche. Da preziosi vasi in vetro soffiato a vasi ancestrali in argilla.

Il classicismo di un tempo – Moreno Ratti propone Svelata, una serie di vasi in marmo, pezzi unici fatti a mano ricavati da un singolo parallelepipedo di Bianco di Carrara. Un mix di forme moderne e curve classiche lasciate emergere solo parzialmente dalla materia, mantenuta intatta su più lati. Il risultato è un raffinato oggetto decorativo senza tempo, proprio come il materiale di cui è fatto.

moreno_ratta_svelata
Duplice funzione dal design innovativo – Celebra l’acqua Bramo, il vaso-annaffiatoio di Alessandro Loschiavo, realizzato a partire da semilavorati cilindrici in vetro borosilicato saldati a mano a caldo da artigiani specializzati.

Un vaso da tavolo trasparente dotato di due diramazioni che consentono di allestire composizioni floreali con specie diverse, ma anche di usarlo come annaffiatoio.

La stessa idea è stata realizzata anche da Antonio Aricò, dando vita a Swan , il vaso-annaffiatoio in ceramica concepito da due antichi stampi di teiere inglesi riappropriati in ottica multifunzionale.

Un intreccio di forme – Per dettagli ricercati dall’eleganza impeccabile, è tutta da scoprire la serie Cashmere & Crochet di Lsa International. Un’ispirazione ai fili annodati all’uncinetto della nonna e alla morbidezza del cashmere lavorato a maglia, come una volta.

Via libera alla composizione – Sono anelli di vetro che si compongono a creare cilindri di diverse altezze: l’idea del contenitore per fiori modulare è della designer finlandese Maija Puoskari, che firma la collezione Pi-no Pi-no.

A me gli occhi!FlowerTrap è un vaso che si presta a funzione di lente di ingrandimento: la cupola in vetro, infatti, mette sotto vetro il bouquet alimentando la bellezza della composizione floreale. Il contenitore invece è di corteccia intrecciata. L’idea della londinese Pia Wüstenberg, in arte Pia Design.

vaso2vaso

Tag:

# decoration # inspiration # interior # interior design