wolverine
thumbnail

Vasca da bagno: com’è cambiato il design con l’utilizzo dei materiali di nuova generazione?

Interior Design  /  Gennaio 29, 2018

L’evoluzione della vasca da bagno nella storia è strettamente collegata, oltre che al mutare dei costumi, al progresso tecnologico nel campo dei materiali e dei processi produttivi.

Fino all’introduzione dell’acqua corrente nelle abitazioni borghesi, nel corso dell’Ottocento, la vasca da bagno era costituita da una semplice tinozza di legno o zinco, che veniva riempita con acqua riscaldata al momento del bagno, e poi riposta fino all’uso successivo.

L’introduzione di una stanza dedicata esclusivamente all’igene personale e i progressi nella produzione degli apparecchi sanitari, danno il via all’evoluzione del design della vasca da bagno: la vecchia tinozza si trasforma in oggetto dotato di valore estetico, strumento di benessere e status symbol dell’emergente classe borghese.

Con il diffondersi delle stanze da bagno, la vasca trova finalmente il suo posto fisso e assume la caratteristica forma di catino allungato sostenuto da eleganti piedi cesellati.

vasca da bagno

Tale forma rimane immutata per decenni, come pure il materiale con cui le prime vasche industriali sono costruite: si passa dalla ghisa smaltata al più leggero acciaio porcellanato, che permette l’introduzione, a partire dagli anni ’30, delle vasche incassate o da appoggio.
Queste ultime segnano il temporaneo declino della vasca free standing, divenuta ingombrante e poco funzionale per lo stile razionalista dell’epoca.

Di recente, con l’introduzione dei materiali sintetici, la vasca da bagno free-standing ha ritrovato il suo ruolo di protagonista, diventando il pezzo più importante dell’ambiente bagno, anche grazie all’introduzione di elementi originali che mixano diverse funzionalità come le librerie integrate e a tonalità non convenzionali come il nero.

Ne sono un esempio le vasche Kelly Book e Vov di Mastella Design. Quest’ultima vanta una resistenza unica e superiore alle comuni vasche, grazie ad una lavorazione materica particolare e complessa del CristalPlant® disponibile nella versione bianca e nera realizzata in esclusiva per Mastella Design: l’utilizzo della nanotecnologia ne protegge infatti la superficie, rendendola a prova di graffi e urti.

vasca da bagno

Vasca Vov Black in Cristalplant

 

vasca da bagno

Vasca Kelly Book in Mak Mat

I prodotti Mastella Design interpretano in chiave moderna e contemporanea un oggetto che adempie finalità non solo funzionali ma anche estetiche e di benessere, grazie al design esclusivo e alle caratteristiche tecniche dei materiali di nuova generazione, I cosidetti “solid surface”: il Tecnoril®, compatto, igienico, ignifugo e resistente ai raggi UV, o il Ceramilux, in versione lucida o opaca, caratterizzato da un’elevata resistenza agli sbalzi termici, agli urti e alle macchie. Il CristalPlant®, materiale di punta della produzione Mastella Design, oltre a essere riciclabile e resistente, presenta una finitura opaca simile alla pietra naturale e permette di ottenere una superficie vellutata gradevole al tatto.

Grazie alla tecnologia del cast moulding, il CristalPlant® si adatta a qualsiasi forma e permette di realizzare manufatti dagli spessori minimi, come per esempio la nuova vasca freestanding For You, presentata in anteprima allo scorso Cersaie.

vasca da bagno For You in Cristalplant

Nuova vasca For You in Cristalplant

Il peso ridotto e il volume essenziale rendono questa vasca di ultima generazione adatta ad essere inserita anche in bagni di dimensioni contenute. Caratterizzata da un design allo stesso tempo classico e minimalista, reso accattivante dagli spessori incredibilmente sottili, ottenuti grazie all’utilizzo del CristalPlant®light (alleggerito), For You interpreta perfettamente le tendenze più attuali, che vedono la vasca da bagno come oggetto di design protagonista assoluto non solo dell’ambiente bagno, ma anche di spazi non convenzionali, come la camera da letto.

Tag:

# bathdesign # bathroom # bathtub # design # interiordesign