wolverine
thumbnail

Diretta, diffusa o d’atmosfera: l’illuminazione giusta per ogni ambiente della casa

Mastella  /  Ottobre 19, 2017

La corretta progettazione dell’illuminazione domestica è uno dei fattori più importanti affinché l’ambiente risulti funzionale ma allo stesso tempo piacevole. Sono diversi i fattori di cui tenere conto nella fase di scelta dell’illuminazione per la casa, primi fra tutti la destinazione d’uso della zona da illuminare, il colore delle pareti e degli arredi e la grandezza del locale.

È consigliabile prevedere per ogni stanza diversi punti luce: una o più sorgenti di luce diffusa per illuminare l’insieme, integrate a sorgenti di luce diretta da posizionare dove occorre. Le luci diffuse possono essere dotate di variometro per regolarne l’intensità a piacimento. Optando per l’illuminazione a LED nei modelli più avanzati è possibile regolare, oltre all’intensità, anche la temperatura della luce, modulandola secondo esigenze specifiche.

Come scegliere l’illuminazione giusta per ogni ambiente della casa?

Ingresso

Considerato spesso un semplice locale di passaggio, l’ingresso rappresenta invece il biglietto da visita della casa e pertanto va curato con attenzione: l’illuminazione deve mantenere la continuità con gli ambienti comunicanti, soprattutto con il soggiorno. Che si tratti di una stanza quadrata o di un lungo corridoio, nell’ingresso è consigliabile evitare i lampadari a sospensione, a meno che non si tratti di un locale di grandi dimensioni: oltre ai classici faretti incassati nel controsoffitto, si può optare per una luce soffusa incassata all’interno di un ribassamento in cartongesso; gli amanti dell’illuminazione decorativa possono invece scegliere applique o piantane.

Living

È lo spazio dedicato al relax e alla convivialità e, in alcuni casi, viene utilizzato come ambiente di rappresentanza: per questo illuminare il soggiorno è piuttosto complesso, soprattutto se si tratta di un open space collegato con la cucina e con la zona pranzo. L’illuminazione diffusa può essere affidata a lampade da parete posizionate in uno o più punti, oppure, se il soffitto è alto, al classico lampadario a sospensione. La zona conversazione necessita di una luce soffusa che crei un’atmosfera intima e rilassata, che può essere ottenuta grazie alle lampade da tavolo da posizionare su tavolini bassi o a lampade da lettura accanto alle sedute. Per sottolineare un particolare arredo o un’opera d’arte, possono essere previsti dei faretti direzionabili.

Sala da pranzo

L’unica regola da osservare per la zona pranzo è quella di illuminare adeguatamente il tavolo. La scelta spazia tra i lampadari a sospensione e le piantane ad arco che permettano di posizionare la sorgente luminosa direttamente sul tavolo.

La scelta e il posizionamento della lampada e del lampadario sono importantissimi per il comfort dei commensali: la luce deve essere intensa e l’altezza del corpo illuminante deve essere tale da non creare ombre nette sulla superficie del tavolo o abbagliare le persone. Per questo motivo è consigliabile scegliere dei lampadari provvisti di paralume.

Wood dining table and lamp

Cucina

In cucina le esigenze tecniche dettano le regole in materia di illuminazione: oltre ad una corretta luce diffusa, infatti, è necessario garantire la piena operatività dei piani destinati alla preparazione delle vivande. In genere l’illuminazione del piano cottura è affidata alla sorgente luminosa integrata alla cappa aspirante, mentre per le altre zone, come il lavello e il top, si può optare per diverse soluzioni: le più attuali sono le strisce LED inserite sotto i pensili.

Camera da letto

L’illuminazione della zona più intima della casa, dedicata al riposo, deve essere il più possibile soft: oltre alle luci dirette ai lati del tetto, si può creare un’illuminazione diffusa ricorrendo a lampade da terra o da appoggio collocate in diversi punti della stanza; sconsigliati invece i lampadari a soffitto e i faretti, per il loro effetto abbagliante.

Bedroom Lightning

Bagno

In bagno le fonti luminose sono essenzialmente due: una generale diffusa da plafoniere o lampade a parete, e una localizzata attorno allo specchio, la parte più importante.

Bathroom Lightning Mastella Dress

Collezione Dress 2.0, Mastella

La temperatura della sorgente luminosa deve idealmente avvicinarsi il più possibile alla luce naturale, per evitare riflessi colorati che potrebbero rendere problematico il make up: vanno quindi scelte lampadine a luce bianca morbida. Inoltre, la luce deve avere un’intensità sufficiente ad illuminare bene il viso senza creare ombre troppo marcate: in questo caso gli specchi retroilluminati a LED sono l’ideale per usufruire di una illuminazione adeguata dotando allo stesso tempo il bagno di un oggetto dal design ricercato e in linea con le tendenze più attuali.

Led backlit mirror

Collezione Dress 2.0, Mastella

 

 

Tag:

# design # homedesign # interior design