wolverine
thumbnail

Il Fondaco dei Tedeschi: da emporio mercantile a grande magazzino del lusso

Inspirational  /  Settembre 27, 2016

Venezia. Il primo ottobre 2016 il Fondaco dei Tedeschi ha aperto le porte al pubblico per mostrarsi nella sua nuovissima veste, firmata Rem Koolhaas. Questa la sua storia, da emporio mercantile a grande magazzino dedicato alle boutique di altissima gamma.

Il Fondaco dei Tedeschi (o “Fontego” in veneziano) è un palazzo che si affaccia sul Canal Grande, nel sestiere di San Marco. Eretto dai veneziani nel 1228 per controllare le operazioni commerciali di Rialto, il Fondaco divenne il principale punto d’approdo e luogo di scambio riservato ai mercanti dell’Europa del Nord.

L’edificio originario, distrutto in un incendio nel gennaio del 1505, fu completamente ricostruito su progetto di Girolamo Tedesco nel corso dei tre anni successivi.

La facciata che dà sul Canal Grande fu affrescata da Giorgione e dal suo allievo Tiziano. Gli affreschi rimasero in buono stato almeno fino al XVIII secolo, come dimostrano alcune riproduzioni dell’epoca. Oggi ne restano solo pochi frammenti conservati alla Ca’ d’Oro.

fondaco1

Veduta del Canal Grande dipianta da Canaletto dove si vedono ancora gli affeschi sulla facciata del Fondaco. Fonte: Wikipedia

L’edificio a pianta quadrata disposto su tre livelli, ha un cortile interno con un pozzo centrale, e negli anni Trenta è stato coperto da un lucernario di acciaio e vetro. Anche gli interni dell’edificio erano decorati da affreschi di grandi maestri, come il Veronese, Tiziano e il Tintoretto, di cui però si è persa ogni traccia.

In epoca più recente, il Fondaco dei Tedeschi è stato dapprima Ufficio della Dogana e poi proprietà di Poste Italiane fino al 2008, quando il gruppo Benetton ha acquistato l’edificio per riqualificarlo.

Il gruppo ha quindi commissionato il progetto di ristrutturazione allo studio olandese OMA (Office for Metropolitan Architecture), guidato dall’archistar Rem Koolhaas, in collaborazione con i progettisti Ippolito Pestellini Laparelli e Silvia Sandor, che ne ha attualmente la gestione.

Gli interventi sono terminati ufficialmente e a ottobre questo palazzo storico sarà pronto per l’inaugurazione del suo nuovo aspetto e nome: un grande magazzino del lusso, il primo DFS Luxury in Europa, chiamato “T – Fontego Dei Tedeschi”, dove “T” sta per travel, evidenziando così che il target di riferimento del progetto è il turista in visita a Venezia.

I suoi 9mila metri quadrati sono stati trasformati per ospitare boutique distribuite sui diversi piani, raggiungibili attraverso sgargianti scale mobili. Sono stati creati due nuovi ingressi in corrispondenza di Campo San Bartolomeo e di Rialto e la copertura è stata adibita a grande terrazza panoramica.

Fonte: http://www.designboom.com/architecture/rem-koolhaas-oma-fondaco-dei-tedeschi-venice-department-store-06-07-2016/

Sarà un successo? Il suo status di monumento sarà stato rispettato? Non resta che attendere le prime impressioni. 

Tag:

# art # design # events # museum