wolverine
thumbnail

Portascopino: da oggetto meramente funzionale a vero e proprio complemento d’arredo

Interior Design  /  Novembre 9, 2017

Accessorio per il bagno indispensabile ma poco valorizzato, il portascopino è tornato recentemente alla ribalta grazie alla tendenza che vede il bagno protagonista nel campo del design.

Bisogna risalire agli anni ’70, per trovare questo oggetto nell’olimpo delle icone del design: chi non si ricorda di Cucciolo, il portascopino in plastica disegnato da Mario Hasuike, che oggi fa parte della collezione permanente del Museo d’Arte Moderna di New York? Vent’anni dopo il designer Stefano Giovannoni dà vita al delizioso vaso di plastica con manico a forma di cactus dal nome evocativo e divertente di Merdolino, prodotto da Alessi.

In seguito questo accessorio ha assunto forme via via sempre più semplici, arrivando a svolgere una funzione puramente pratica senza alcuna attenzione per l’estetica. La crescente esigenza di un ambiente bagno da vivere come spazio personale di relax, ha portato il mercato a muoversi verso l’offerta di accessori dal design ricercato, portascopino compreso.

bathroom

Seri o spiritosi, in coordinato con gli altri accessori o oggetti unici, i portascopini sono ormai disponibili in ampie gamme dai materiali più disparati, dalla plastica alla ceramica, dal vetro acidato al classico acciaio cromato, fino al ferro battuto e al bronzo satinato, per adeguarsi a ogni stile. Per i bagni in stile retrò sono perfetti i portascopini con il vaso in ceramica decorati con motivi floreali o scritte ispirate alle pubblicità francesi della Belle Epoque, con manici in acciaio cromato o bronzo.

Oggi lo scopino è stato declinato perfino per i bagni in stile zen, grazie ad alcune aziende che propongono raffinate collezioni ispirate all’estetica orientale.

Non manca la scelta per il bagno contemporaneo, orientato verso un design ricercato e funzionale dalle forme minimaliste, a partire dalle diverse soluzioni di appoggio, che variano dal floor standing alla sospensione, oppure in piantane multifunzione con porta rotolo incorporato. I modelli, dalle linee rigorose adatte ad un bagno minimalista, sono proposti nei materiali più ricercati come il grès, la resina termoplastica o l’inox nelle versioni lucide o opache: di grande tendenza gli accessori in cemento, tra i quali spiccano alcuni portascopini destinati ad entrare nel novero delle icone del design.

Per chi non vuole rinunciare all’ironia, non c’è che l’imbarazzo della scelta, tra i modelli prodotti in materiali plastici con il manico a forma di fenicottero, di ciliegia, di ramo con tanto di uccellino, o con il vaso a forma di mattoncino Lego o altre idee fantasiose: proposte e soluzioni di una varietà impensabile fino a qualche anno fa, adatte a tutti gli stili ed esigenze.

 

Tag:

# bathroom # design # interior design